Il nuovo motore grafico per PS5 e Xbox Series X è sviluppato con Unreal Engine 5

Unreal Engine 5 promette di rivoluzionare il mondo dei videogiochi. Non è affatto un segreto, del resto, che in un videogioco che si rispetti molto dipende proprio da tutto ciò che riguarda il motore grafico. Tanti anni fa si era partiti con un motore grafico basilare; non a caso anche i videogiochi, soprattutto per quanto concerne la grafica, lasciavano a desiderare. Oggi, però, Unreal Engine 5 è un motore grafico Next Gen che promette scintille.

Per usufruire delle fantastiche opportunità che saranno offerte da questa innovazione non si può proprio fare a meno di seguire un corso su Unreal Engine 5 presso il centro MAC Formazione in modo da imparare tutte le relative sottigliezze. In questo modo sarà possibile anche partecipare alla realizzazione futura dei videogiochi per la Xbox Series X e la Playstation 5. Le opportunità di guadagno che ne deriveranno saranno sicuramente straordinarie. Oltre a poter usare questo motore grafico per creare i videogame per le due piattaforme specificate poco sopra, si può utilizzare con successo Unreal Engine 5 anche per la creazione di altri videogiochi.

Unreal Engine 5: le caratteristiche tecniche

Spesso molte persone credono che imparare a usare Unreal Engine 5 con successo sia pressoché impossibile proprio a causa delle specifiche e delle varie caratteristiche tecniche di questo motore grafico. La situazione, però, è ben più complessa di quello che potrebbe sembrare a prima vista.
Come un qualsiasi motore grafico, anche Unreal Engine è solo uno strumento creato appositamente per ottimizzare l’aspetto grafico del gioco. Né gode non soltanto la parte grafica ed estetica del videogame, ma anche tutto il gameplay. Proprio per questo si considera Unreal Engine 5 come uno strumento innovativo, in grado di portare i giochi a un livello superiore.
Il centro portante del sistema Unreal Engine 5 è rappresentano niente di meno che dalla tecnologia Nanite. Quest’ultima permetterà ad Unreal Engine 5 di muovere la grafica in mezzo alle texture realizzate con la definizione in 8K. In questo modo l’immagine sembrerà ancora più realistica e, ovviamente, anche più bella. L’8K sostituirà il 4K e i dettagli faranno la parte dei proganosti aiutando tutti gli interessati a godere di scenografie estremamente complete e ricchissime di vari dettagli. Il futuro, insomma, sarà a portata di mano e ne beneficeranno soprattutto coloro che al momento opportuno impareranno a usare con successo quel tipo di strumento.
Già oggi è possibile ammirare una piccola (ma intensa e ricca di dettagli) demo che ci permette di osservare delle finiture a dir poco incredibili. Non ci sono sbavature o imprecisioni; tutti gli elementi grafici del gioco sembrano volgere verso una precisa meta. Non a caso, il nuovo motore si addice perfettamente alle migliorie delle nuove piattaforme di gioco, come PlayStation 5 e Xbox Series X. Proprio il motore, difatti, né rivelerà tutte le nuove potenzialità portando il gaming a un livello superiore rispetto quanto sia mai stato prima.

Non solo Unreal Engine 5…

Anche se si tratta di un notevole passo in avanti sotto tutti gli aspetti, la realtà è che non è la sola innovazione di cui si parla o che bisogna prendere in considerazione. A tutto questo, difatti, si aggiunge anche il motore fisico chamato Chaos. Quest’ultimo si occuperò principalmente di tutto ciò che riguarda la fisica degli oggetti in gioco. Esso gestirà tutti gli aspetti del gaming in maniera reale e alquanto dettagliata. Migliorerà non solo la grafica, ma anche il suono. Certo, i videogame di nuova generazione dovranno comunque sfruttare questa possibilità al meglio per trarne il massimo.
Da non dimenticarsi nemmeno di tutto ciò che concerne Niagara. Si tratta di una tecnologia che aiuta a gestire le varie particelle e si baserà in gran misura proprio su Unreal Engine 5 in modo da concretizzare e descrivere tutti gli elementi del gioco, concentrandosi soprattutto sui dettagli più piccoli: insetti, erba, polvere e così via.