Come Diventare Game Designer

Non c’è soddisfazione maggiore di una passione che, coltivata nel tempo, diventa un lavoro.

È il caso degli appassionati di videogaming che, con il corso per game designer, possono ottenere le certificazioni necessarie per far fruttare un hobby, lavorando come libero professionista o per aziende attive nel settore.

MAC Formazione mette a disposizione le proprie competenze per trasformare una propensione in business, garantendo qualità dell’insegnamento, certificazioni e un affiancamento costante.

Prima di vedere come diventare game designer scopriamone le caratteristiche.

Cosa è il game designer

Il game designer è una figura professionale particolarmente richiesta a livello internazionale.
Il suo campo di operazione è quello strettamente inerente ai videogiochi.
Una figura molto vicina a quella del game designer fece la sua comparsa a Cambridge nel 1952, quando un dottorando dell’università realizzò OXO, la trasposizione in videogame del popolare gioco del Tris.
Fuori dalle mura accademiche, i primi autori di giochi iniziarono a operare nel corso degli anni sessanta ma
il loro riconoscimento come professionisti risale solo agli inizi degli anni ’90 del secolo scorso.
Da quel decennio in avanti, i continui progressi tecnologici e lo sviluppo di nuovi media hanno completamente rifondato il complesso del design e delle norme estetiche che riguardano il videogaming.
Oggi, l’autore dei giochi è uno specialista che può essere sia indipendente, sia affiliato all’azienda detentrice dei diritti del gioco che è chiamato a sviluppare.
In questo caso, nell’ottica di una concezione di lavoro in team, il game designer potrebbe essere affiancato da curatori editoriali e illustratori.
Queste figure, particolarmente attente all’impatto educativo e sociale, potrebbero modificare le bozze del gioco. Nonostante ciò, l’autore unico resta comunque il game designer.

Di cosa si occupa il game designer?

La figura professionale del game designer è chiamato a realizzare giochi:

  • di intrattenimento;
  • educativi;
  • con scopi sperimentali.

La nascita dello specialista del gaming si deve all’incontro tra giochi popolari e industria commerciale.

Gli scacchi, il mahjong o il backgammon sono stati tra i primi a essere sottoposti a una revisione grafica con la messa a punto di piattaforme specifiche.

In questo contesto, il game designer è continuamente chiamato per creare gli obiettivi e le regole dei videogiochi.

Egli si occupa, inoltre, di stabilire i meccanismi che permettono l’interazione tra partecipanti e, se previsti, con gli spettatori.

Dal punto di vista meramente progettuale, il game design si divide in due branche di studi:

  1. studi sui giochi;
  2. teoria dei giochi.

La prima parte si preoccupa di stabilire l’architettura vera e propria del gioco e, spesso, è anticipata da un brainstorming che mira alla raccolta delle idee.

La teoria, invece, mette in campo modelli matematici volti a stabilire le tipologie di cooperazioni o conflitti tra i decisori razionali interagenti (i players, in questo caso).

Alla parte progettuale segue quella del gameplay, nella quale si mettono a confronto l’azione e l’insieme delle sensazioni provate dal giocatore nella sessione di gaming

Come diventare game designer

Con MAC Formazione è possibile diventare game designer e ottenere le certificazioni per essere specialista del videogaming.

È possibile seguire il corso di formazione per Game Designer in due modi, in aula oppure online.

La realtà della MAC Formazione dispone di partner sparsi in 90 capoluoghi di provincia, sedi delle aule didattiche. In questo modo, sarà più facile seguire il corso.

Se invece si preferisce la modalità da remoto, è possibile seguire le lezioni in videoconferenza con docenti qualificati in videogaming e game design.

Nel complesso, l’intero corso prevede 50 ore di formazione.

Il programma si divide in tre moduli:

  • Corso Blender;
  • Corso Unreal Engine;
  • Pubblicazione di un lavoro sulle open SIM.

Imparare a usare Blender è indispensabile per diventare game designer.

Si tratta di un editor multipattaforma che permette di operare sulla grafica del computer in 3D, in raytracing e utilizzare script.

Il corso della MAC Formazione per diventare Game Designer è l’unico a rilasciare il certificato di Blender Specialist, un attestato numerato, personale e tracciabile secondo le disposizioni dell’ente ISO 9001:2015 EA37.

L’Unreal Engine, invece, è un motore grafico che utilizza il linguaggio C++ e integra un rendering con buona intelligenza artificiale per rilevare collisioni, realizzare networking e scripting.

Blender e Unreal Engine sono tra i software più potenti per realizzare videogames e, a differenza di altri, sono assolutamente gratuiti.

In altri termini, con questi software, potrai dar vita a un gioco nel suo complesso o svilupparne solo una parte; per esempio, caratterizzare personaggi, migliorare le armi in dotazione o lavorare sulle scenografie.

L’esito dei lavori realizzati con queste due multipiattaforme verrà infine edito sui server Open Source, piattaforme sulle quali il videogioco potrebbe anche essere messo in vendita.

Nonostante la maturazione di competenze altamente performative e professionali, il corso di formazione per diventare Game Designer non richiede alcun requisito di accesso e tanto meno requisiti pregressi.

L’unica qualità necessaria è la passione per il mondo del videogaming, in costante crescita ed evoluzione.

Una volta superato il corso con profitto, il professionista del gaming avrà, davanti a sé, innumerevoli strade e possibilità.

Il game designer, in genere, inizia la sua attività lavorativa in proprio, pubblicando le proprie creazioni su portali o server Open Source.

In questo modo, l’autore dei giochi arricchirà il proprio portfolio rendendo la propria immagine sempre più appetibile alle software house.

Queste sono sempre alla costante ricerca di game designer completi e preparati.

Se, invece, al termine del corso si vogliono proseguire ancora gli studi, le specializzazioni sono pressoché infinite.

Infatti, è possibile portare avanti studi sui linguaggi di programmazione e script, oppure approfondire gli elementi della grafica, del rendering e del sistema di luci interno al gioco.

Scegliere di diventare game designer con il corso della MAC Formazione significa saltare inutili lungaggini ed entrare direttamente a far parte del mondo del lavoro.